[su_spacer size=”40″][su_spacer][/su_spacer]

La frase celebre di Amleto “Essere o Non Essere questo è il dilemma”, si pone come interrogativo esistenziale sul “Vivere” o “Morire”, alla base dell’indecisione che impedisce ad Amleto di agire: il famoso “Dubbio Amletico”.

Dopo la gara di Sepang, nel Web persone di ogni tipo si sono scatenate sulla vicenda che ha visto Valentino Rossi, e Marquez scontrarsi in un “duello all’ultimo sangue”, o quasi. Ed ecco il parallelismo tra Shakespeare e la Moto Gp – si lo so un po’ troppo azzardato, MA concedetemelo  – “Valentino o Marquez questo è il dilemma”.

Il “fattaccio” è sulla bocca e sul Web di tutti. Oramai si parla solo di questo. Post sui social, video alla moviola, opinioni, dibattiti e qualsivoglia Talk-Show affrontano la vicenda come se fosse davvero una questione appunto di “vivere” o “morire”. In attesa del fatidico appuntamento che vedrà giocarsi il Moto Mondiale della MotoGp 2015 con il più volte campione del mondo e Jorge Lorenzo.

Articolo_1E’ bello vedere come la passione per il Motociclismo, e per le stelle dello Sport, muova una quantità di Energia pazzesca nelle persone.

Quasi come se per un momento si azzerasse tutto. Esiste solo Marquez e Valentino. L’energia e l’attenzione verso quello che più porterebbe beneficio nella nostra vita, d’un tratto viene canalizzata nel disquisire tra chi ha sbagliato e chi ha ragione. Tra chi deve essere punito e chi no. Tra chi è il più leale o sleale. Si diventa in un attimo i GURU più esperti del mondo in materia.

La macchina potente dell’informazione e dei media su questo chiaramente naviga nell’oro.

L’emotività delle persone può muovere i mari e i monti, e questo gli esperti e gli intenditori lo sanno benissimo. Questo avvenimento – ma se ne potrebbero raccontare di tanti altri – mi ha fatto consapevolizzare ancora una volta in più, come alcuni fatti nella vita riescano a distogliere l’interesse dalle cose davvero importanti per noi. Attenzione però! NON sto dicendo che non possiamo più dibattere con energia, passione, entusiasmo, vitalità su questioni in cui personalmente “non ce ne viene in tasca nulla”. Se non la “soddisfazione momentanea” per la Felicità di qualcun’altro. E’ bello gioire per le vittorie degli altri, questo ci fa stare bene, e ben venga! Ho come l’impressione però, che fatti come questi, amplificati dagli addetti ai lavori e dagli appassionati del genere, possano far spostare il FOCUS su cose meno rilevanti rispetto a quello che davvero è importante per noi stessi!

La domanda che mi viene spontanea da fare è:

“quand’è che hai gioito per la vittoria di un tuo personale traguardo importante?”

e ancora

“ ti ricordi l’ultima volta che hai messo ENERGIA, PASSIONE, ENTUSIASMO, VITALITA’, DETERMINAZIONE in qualcosa che hai voluto fortemente?

Spero siano tante le volte che è successo. Se così non fosse, nessun problema. Da oggi puoi iniziare a intraprendere la strada giusta per te e diventare l’artefice dei tuoi successi personali e dei risultati che TU vuoi veramente ottenere nella vita.

La questione non è quanta energia e passione ci metto nel scrivere un post di Valentino e Marquez su FB, o quanto tempo passo a discutere su chi ha torto o ragione, o a scambiare opinioni con il tifoso della squadra avversaria.

La questione per il mio modo di vedere le cose è, quanto tempo dedico con la stessa intensità a perseguire quelli che sono i miei Obiettivi, Traguardi e Sogni Personali.

Troppo spesso siamo distratti da cose e avvenimenti esterni e perdiamo di vista ciò che è davvero importante per noi. E’ una questione appunto di FOCUS!

[su_spacer size=”30″][su_spacer][/su_spacer]

Le domande rilevanti da porti sono:

“Cosa è davvero importante per me?”

“Cosa mi fa stare veramente bene?”

“Cosa posso fare per ottenere e raggiungere quello che VOGLIO?”

[su_spacer size=”30″][su_spacer][/su_spacer]

Queste sono solo alcune delle domande molto utili, che ti mettono in contatto con quella parte più profonda e vera che hai, che sa già qual è la strada giusta per TE.

Invece siamo spesso distratti da cose molto meno essenziali se paragonate alla nostra volontà e ai nostri desideri più intimi.

Il potere delle domande personali che quotidianamente ci facciamo, sono uno strumento utile per rimettere l’attenzione sulle cose veramente sostanziali e vitali per noi!

[su_spacer size=”40″][su_spacer][/su_spacer]

[su_spacer size=”40″][su_spacer][/su_spacer]

L’energia dentro di noi è tanta, immensa e infinita se davvero lo vogliamo. Utilizziamola soprattutto in cose che ci fanno stare bene. In cose che davvero fanno la differenza per te, nella tua vita, nel raggiungimento dei tuoi obiettivi personali.

Gli stessi idoli sportivi, persone felici e piene di entusiasmo, persone di successo nella vita e nel lavoro e in famiglia, sanno bene che il focalizzarsi e dedicare le proprie energie sulle proprie passioni e desideri personali fa la netta differenza tra il fallire e il riuscire. Tra essere infelici o felici. Idolatrare qualcun altro oppure semplicemente e divinamente IDOLATRARE SE STESSI.

Del resto i risultati danno pienamente ragione a loro.

E qui si torna al “Dubbio Amletico”:

“ESSERE O NON ESSERE, QUESTO E’ IL DILEMMA”

Io scelgo ESSERE, con Focus principale sui miei desideri!

PS: ah dimenticavo. E tra Vale e Marquez??? Beh io scelgo Valentino!! 😉

[su_spacer size=”40″][su_spacer][/su_spacer]

Alessandro Belloni – Sport Mental Coach